• ARTISTI
  • CONTATTI
  • DATE
  • Mighty Oaks
    SEGUILI SU
    mightyoaksmusic.com




    Arriva la prossima primavera il secondo album dei Mighty Oaks, che segue l’enorme successo del loro debutto “Howl”. In questi giorni, la band ne approfitta per pubblicare un nuovo singolo “Horsehead Bay” e mantenere alta l’attenzione dei fan in vista della prossima pubblicazione. Nel video si vedono la città natale di Ian (Gig Harbor, USA), Claudio (Pesaro) e Craig (Bridgwater, UK), la canzone è da tempo parte del live set della band, senza però essere mai stata registrata.
    Assieme a Ryan Hadlock (già producer di The Lumineers e Vance Joy), Ian e il resto della band hanno lavorato al celebre Bear Creek Studio di Gig Harbor, Washington, che compare anche nel nuovo video.
    I Mighty Oaks suonano folk con particolare attenzione per la tradizione americana, con strumenti tipici come il banjo e moderni come tastiere, chitarra e basso elettrico. Ian, Claudio e Craig prima di incontrarsi hanno suonato in vari progetti, iniziando nei rispettivi paesi la carriera di musicisti. Come Mighty Oaks hanno impiegato ben quattro anni per arrivare al primo disco, durante i quali hanno suonato ai festival più importanti d'Europa (da Eurosonic al Melt Festival) e con alcuni dei musicisti più noti del momento. Dai complimenti ricevuti direttamente dai Kings Of Leon durante un concerto fino all'amicizia che li lega agli Shout Out Loud.
    L'esordio dei Mighty Oaks, 'Howl', è stato pubblicato in Italia dalla Universal ad Aprile 2014 e anticipato dal bellissimo e antemico singolo 'Brother'. Proprio il singolo estratto dall'esordio ha permesso ai Mighty Oaks di avere una schiera di fan e creare interesse per la band. Sia il singolo che l'album sono entrati nelle chart di mezza Europa e nelle playlist delle più importanti radio internazionali.
    Ian, Claudio e Craig si sono conosciuti a Berlino oltre cinque anni fa e hanno iniziato subito a provare e scrivere il materiale che sarebbe andato sul disco d'esordio. I Mighty Oaks sono diretti successori del sound vintage di Mumford and Sons, Lumineers e Fleet Foxes, ma anche diretti discendenti della magia di Crosby Stills & Nash e Neil Young. I Mighty Oaks traggono ispirazione dal folk degli anni '60, ma inserendolo in un contesto moderno.
    'Howl' è un disco dalla carica unica, capace di far pensare a lunghi viaggi on the road, alle praterie della west coast americana e agli immensi boschi del Canada.
    Fu alla fine del 2015, che Ian (Gig Harbor, Usa), Claudio (Pesaro in Italia) e Craig (Bridgwater, UK) fecero ritorno a casa per riposare dopo due anni ininterrotti di tour, che li avevano visto conquistare il pubblico europeo e calcare i principali palchi e festival del mondo. Ora si sono ricaricati e preannunciano il loro prossimo album e tour. Aprile non è così lontano.

    DATE PASSATE
    22.04.17 Circolo Magnolia, Segrate (MI)
    23.04.17 Anfiteatro del Venda, Galzignano Terme (PD)